Sport

Salvadori, neo acquisto della pallacanestro Prato Dragons si racconta: "La mia passione è nata a 12 anni"

Salvadori, neo acquisto della pallacanestro Prato Dragons si racconta: "La mia passione è nata a 12 anni"
Sport Prato, 30 Luglio 2022 ore 11:52

La passione per il basket e l'esordio indimenticabile, Livorno nel sangue, Prato nel suo presente e futuro. Il neoacquisto di Pallacanestro Prato Dragons Leonardo Salvadori che andrà a rinforzare la Sibe Gruppo AF ha raccontato il suo passato, ma soprattutto i suoi obiettivi futuri..

Sicuramente, per ogni giovane la Serie B è un sogno, vuoi raccontarci del tuo esordio?

"La mia prima partita in serie B l'ho giocata con la maglia di Cecina. Giocavamo sabato alle 18 alla palestra del Pino Africo Firenze. Partita vinta di 2 punti con un tiro di Tommaso Cappa allo scadere da 3. Mi ricordo praticamente tutto di quella partita e non potrebbe essere altrimenti. Me la porterò sempre dentro".

Parliamo un po' di te. Com'è nata la tua passione per il basket?

"La mia passione per il basket è nata all'età di 12 anni; prima giocavo a calcio e facevo nuoto. Un anno andai in settimana bianca con la scuola, e alcuni genitori di due miei amici che giocavano a basket tutti i giorni mi dicevano dai vieni a provare dai vieni a provare. Tornati dalla settimana bianca andai a provare e non ho più smesso".

Chi sono state le tue fonti di ispirazione e cosa ti piace del basket?

"Da quando ho iniziato a giocare a basket ho iniziato anche a guardarlo alla TV, se devo dire un giocatore che mi ha sempre affascinato dico Kobe. Del basket mi piace molto la parte tattica e tecnica: infatti, mi piace molto di più l'Eurolega della NBA".

Il tuo approdo ha avuto una vasta eco anche a Livorno. Come è stato vestire i colori della tua città e, da questa, essere ricordato con tanto affetto?

"Penso di essere uno dei pochi ad aver vestito la maglia di entrambe le squadre di Livorno. Aver avuto modo di giocare con le squadre della propria città è una sensazione unica e un privilegio. Porto nel cuore tanti ricordi, entrambe le esperienze se pur diverse tra loro hanno contribuito alla mia crescita umana e professionale".


Hai avuto modo di seguire Sibe Gruppo AF nell'ultima stagione?

"Sono riuscito a seguire la parte finale del campionato di Sibe Gruppo AF. Come ho già detto a coach Pinelli hanno fatto una grande annata, fermatasi solo in semifinale contro una corazzata come Montecatini. Ho avuto modo di vedere l'importanza del gruppo e di come ci sia un grande apporto dei giovani alla prima squadra".


Gli impianti sono una pecca della città di Prato e la C Gold si è allenata sempre molto. Da giocatore come vedi questa situazione?

"Da giocatore posso dirti che questo problema l'ho vissuto anche a Livorno negli ultimi due anni. Sarà importante adattarsi il prima possibile agli impianti che ci mettono a disposizione, chiaramente avere il proprio palazzetto sempre disponibile da giocatore ti dico che è un vantaggio".

I Dragons puntano a costruire una filiera made in Prato, dal Minibasket – in tal senso l'accordo con CGFS – e la Prima Squadra passando per un settore giovanile ben rodato e professionale. Pensa che i ragazzi della Sibe vanno spesso ai centri estivi per motivare i più giovani. Che contributo pensi di poter dare?

"Sono convinto che per crescere ogni società debba partire dal Minibasket e dal settore giovanile. I giovani devono essere sempre motivati e per questo credo che l'accordo preso con CGFS sia un buon punto di partenza per cercare di costruire delle buone basi per il futuro".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter