Sport

Concessione degli impianti sportivi provinciali, pubblicato l'avviso

L'avviso è indirizzato agli enti promozionali, alle federazioni sportive del Coni, alle associazioni e società sportive e il periodo di concessione delle palestre sarà limitato all'anno scolastico.

Concessione degli impianti sportivi provinciali, pubblicato l'avviso
Sport Prato, 27 Giugno 2022 ore 15:55

È pubblicato sul sito della Provincia l'avviso per la concessione degli impianti sportivi provinciali per la stagione sportiva 2022/23, che l'amministrazione provinciale intende concedere in uso, in forma di autogestione.

L'avviso è indirizzato agli enti promozionali, alle federazioni sportive del Coni, alle associazioni e società sportive e il periodo di concessione delle palestre sarà limitato all'anno scolastico (15/09/2022 - 10/06/2023).

La domanda compilata sulla modulistica appositamente predisposta deve essere presentata presso il protocollo generale (in Via Ricasoli, 35 – 59100 Prato), o trasmessa via PEC all'indirizzo provinciadiprato@postacert.toscana.it. In caso di pluralità di richieste dello stesso impianto, nella medesima fascia oraria, saranno valutati diversi parametri, fra cui l'attività svolta per il settore giovanile, per anziani, per soggetti con disabilità o disagio socio-sanitario.

"Lo sport non è solo importante per la salute di chi lo pratica, ma in questi anni di pandemia abbiamo riscoperto ancora di più quando sia un ambito fondamentale per la vita sociale", afferma il presidente Francesco Puggelli.

"Come Provincia anche quest'anno apriamo le porte dei nostri centri sportivi ad associazioni e società sportive, mentre in parallelo prosegue il lavoro per ampliare e rinnovare questi spazi".

Un esempio è la nuova grande palestra del polo di San Paolo, frutto di un investimento di oltre cinque milioni - due da fondi miur e il resto dalla Provincia e dal Comune di Prato - che sarà inaugurata prossimamente. Una palestra doppia che offrirà da un lato spazi per diversi sport fra cui pallavolo, pallacanestro, pallamano e calcio, dall'altro uno spazio dedicato alla ginnastica artistica e ritmica.

"La varietà dell'offerta sportiva è una priorità sia nella realizzazione dei nuovi spazi, sia nella selezione delle società che li prendono in gestione - ha aggiunto Puggelli - affinché ciascuno trovi uno spazio atto a praticare lo sport per cui è predisposto".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter