Iniziative

Via alla riqualificazione dei giardini di via del Campaccio-via dei Gobbi a Chiesanuova

Entra nel vivo il programma di rigenerazione di spazi pubblici nei quartieri di San Paolo e Chiesanuova con un investimento complessivo è di 1,8 milioni di euro, per l’80% coperti da finanziamenti della Regione Toscana.

Via alla riqualificazione dei giardini di via del Campaccio-via dei Gobbi a Chiesanuova
Iniziative Prato, 30 Giugno 2022 ore 15:45

Sono cominciati i lavori di riqualificazione del giardino di via del Campaccio, via Wangen e via dei Gobbi a Chiesanuova nell'ambito del progetto Urban Places cofinaziato da Comune e Regione Toscana attraverso il Piano di Innovazione urbana POR FESR 2014-2020.

Il Comune di Prato ha infatti ottenuto il finanziamento della Regione per un programma di rigenerazione di spazi pubblici nei quartieri di San Paolo e Chiesanuova con un investimento complessivo è di 1,8 milioni di euro, per l'80% coperti da finanziamenti europei.

I lavori illustrati oggi dall'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis e dell'assessora alla Città curata Cristina Sanzò rientrano nella seconda fase del Piano di Innovazione Urbana e riguardano il terzo lotto.

A Chiesanuova il progetto prevede una rivisitazione del giardino di via del Campaccio e dell'area scoperta di via dei Gobbi, con un'organizzazione dello spazio e un collegamento tra i vari ambiti funzionali, realizzando al contempo un nuovo percorso urbano che unisca e si interfacci con l'abitato.

Nello specifico, il progetto prevede una riqualificazione del giardino in via del Campaccio, con una modifica dei percorsi, la creazione di un'area di sgambatura per i cani suddivisa in due parti (per cani di grossa e piccola taglia), nuovi giochi, panchine, alberi e arredi per il giardino. Verrà realizzata una diversa caratterizzazione del parcheggio esistente su via Wangen per creare una "piazza lineare" continua che attraversi la via per collegarsi allo spazio scoperto a nord e l'area tra via Wangen e via dei Gobbi verrà usata come area fitness.
In via dei Gobbi si creerà un parcheggio con oltre trenta posti auto, ricco di alberi.

"È un vero e proprio intervento di forestazione urbana e riqualificazione del verde pubblico esistente che va a interessare un'area importantissima della città - ha commentato l'assessore Valerio Barberis -. Con questi interventi puntiamo sia a costruire fisicamente spazi verdi, come nel caso del Piano di Innovazione urbana al Macrolotto Zero, che a riqualificare aree come a San Paolo e a Chiesanuova, in modo tale da creare nuove aree verdi che incentivino i cittadini a frequentarli, facendo anche attività all'aperto nella logica di promuovere gli stili di vita sani".

"L'intervento punta a riqualificare gli spazi - ha aggiunto l'assessora Cristina Sanzò -, con interventi come nuove sedute per i cittadini o aree di sgambatura. L'intento dell'Amministrazione comunale è proprio quello di ripensare l'utilizzo dello spazio, offrendo nuovi punti verdi che diventino luoghi di aggregazione".

Il costo totale è di € 738.357, di cui contributo POR € 554.279 e € 184.078 di risorse proprie del Comune di Prato. L'importo a base d'asta per l'esecuzione dei lavori è di € 581.052. I lavori dell'area in via dei Gobbi dovrebbero terminare entro novembre di quest'anno, mentre tutta l'area verrà consegnata alla cittadinanza entro la fine della primavera.

In tutto Urban Places prevede la riqualificazione di tre lotti in prossimità del Macrolotto Zero, già interessato dal Piano di Innovazione Urbana con la realizzazione del playground e il mercato coperto in via Giordano e la medialibrary. Oltre che via del Campaccio-via dei Gobbi gli interventi riguardano in particolare: la riqualificazione del giardino di via Vivaldi e area sgambatura cani di via Zandonai a San Paolo con inserimento di arredi, giochi, pavimentazioni, mantenimento delle alberature esistenti e inserimento di nuovi alberi. Poi la completa rivisitazione del giardino di via dell’Alberaccio a San Paolo per la realizzazione di un vero e proprio luogo centrale del quartiere, più vivibile e sicuro.
I lavori per i primi due lotti sono partiti a inizio anno e vedranno la conclusione entro la fine dell'autunno.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter