Iniziative
poggio a caiano

Torna il 78esimo appuntamento con la "Coppa Burci"

L'iniziativa sarà preceduta da “Pedalando in sicurezza con Giovanni”, la pedalata di solidarietà che partirà da Piazza del Duomo a Prato per terminare a Carmignano.

Torna il 78esimo appuntamento con la "Coppa Burci"
Iniziative Poggio e Caiano, 11 Luglio 2022 ore 13:56

Domenica 17 luglio, torna la Coppa Burci, l’appuntamento con la tradizione ciclistica ormai giunto alla sua settantottesima edizione. Una corsa che collega tre comuni - Carmignano, Poggio a Caiano e Prato – e che per il secondo anno consecutivo sarà preceduta dall’iniziativa “Pedalando in sicurezza con Giovanni”, la pedalata di solidarietà che partirà da Piazza del Duomo a Prato per terminare a Carmignano, davanti al murales dedicato appunto a Giovanni Iannelli, il giovane ciclista morto il 7 ottobre del 2019, 48 ore dopo l’incidente in una gara ciclistica svoltasi in provincia di Alessandria, a Molino dei Torti. È da allora, infatti, che la famiglia Iannelli chiede Giustizia sul caso, impegnandosi appunto a sensibilizzare sulla sicurezza nelle corse ciclistiche, affinché incidenti del genere non si ripetano. A sostenerli, oltre alle Amministrazioni Comunali di Prato, Carmignano e Poggio a Caiano, l’Associazione Sportiva CFF SEANESE, società sportiva capitanata da Franco Chiuchiolo, punto di riferimento del ciclismo toscano: “La tragedia di Giovanni – precisa – deve insegnare che la Sicurezza è tutto nello Sport e la Giustizia è un diritto. Giovanni aspetta Giustizia e noi non ci fermeremo finché non l’avremo”.

“Sono felice che la Coppa Burci torni a riempiere le strade del nostro territorio e che il pubblico possa tornare a incitare i corridori! – ha commentato Francesco Puggelli, sindaco di Poggio a Caiano e presidente della Provincia di Prato, che assieme alla Regione e ai tre Comuni patrocina le due iniziative -. La Coppa Burci è una delle manifestazioni sportive che confermano la grande tradizione e la nostra lunga storia ciclistica. Parlo da sindaco di un Comune che ha dato i natali a tanti campioni in questa disciplina, passati e recenti. E se un’atleta come Vittoria Guazzini è giunta ai più alti livelli mondiali partendo da Poggio a Caiano è anche grazie al fatto che sul nostro territorio, da Carmignano, alla Vallata abbiamo sempre sostenuto manifestazioni come questa e le società nel grande lavoro che fanno per formare e allenare i giovani atleti. E parlando di giovani non possiamo non ricordare Giovanni Iannelli cui è dedicato il memorial per la categoria esordienti. La tragica scomparsa di Giovanni è una ferita ancora aperta nel nostro cuore. La Cappa Burci e il Memorial Iannelli sono l’occasione per mandare un messaggio a tutte le federazioni sportive perché non venga mai meno l’impegno a favore della sicurezza delle corse perché incidenti come quello che è costato la vita a Giovanni non devono verificarsi mai più. La sport è gioia, è vita, è passione: Giovanni è morto mentre inseguiva la sua passione. Compito di noi amministratori, delle federazioni e di tutti i soggetti che si occupano di promuovere lo sport tra i giovani è spronare queste passioni, permettendo loro di coltivarle nella piena sicurezza.”.

Parole di sostegno arrivano anche da Edoardo Prestanti, sindaco di Carmignano: “Il nostro Comune, terra di ciclisti e di ciclismo, oltre a essere orgoglioso di poter ospitare la 78 edizione della Burci, evento storico padre di campioni, ribadisce la vicinanza alla famiglia Iannelli, sostenendo ancora la sua battaglia per la Giustizia. A futura memoria di Giovanni e di ciò che suo malgrado rappresenta oggi, abbiamo infatti voluto il murales in suo onore, che ora campeggio in via Bicchi, fra le strade del nostro territorio più frequentate e transitate. L’intento è che chiunque veda raffigurato l’urlo di Giovanni non possa che soffermarsi su quel che rappresenta, ora. Quell’urlo deve spingere ognuno di noi a volere che la sicurezza non sia un dettaglio ma una condizione sine qua non”.

Della stessa idea Luca Vannucci, assessore allo Sport del Comune di Prato: “Il ciclismo in toscana, e in particolare nel nostro territorio, è da sempre una passione forte che unisce e coinvolge e queste due manifestazioni che tornano ancora una volta e l'interesse e la partecipazione che le riguardano lo dimostrano. Ogni iniziativa, specialmente se fatta in sinergia con gli altri comuni in nome del Ciclismo, e ogni momento di aggregazione sportiva troveranno il nostro coinvolgimento e il nostro appoggio. Sarebbe molto bello anche riuscire a creare una pista per fare allenare i ragazzi. Come Amministrazione inoltre siamo vicini alla battaglia che la famiglia Iannelli sta portando avanti e lo saremo sempre perché la verità e la giustizia siano accertate e perché tragedie come quelle di Giovanni non accadano di nuovo. La sicurezza non è un optional, ma deve essere un’icona”.

La Pedalata per Giovanni Iannelli parte alle 9 di sabato 17 luglio da piazza del Duomo a Prato per arrivare verso le 10 davanti al murales dedicato al giovane ciclista. A seguire ci sarà in piazza Vittorio Emanuele II a Carmignano la cerimonia in sua memoria alla presenza dei sindaci dei tre comuni e di alcuni personaggi illustri della storia del ciclismo.

La Coppa Burci, invece, ha il ritrovo nel Salone Consiliare di Carmignano, alle ore 11:30, ma la partenza ufficiale e l’arrivo avverranno in via Soffici a Poggio a Caiano. Si tratta di una gara di 103 chilometri che durerà più o meno fino alle 16:50. Questo il percorso: Carmignano (partenza ufficiosa) Poggio a Caiano (partenza ufficiale), Poggetto, Seano, Viale XVI Aprile, Tavola, Fontanelle, Castelnuovo, Poggio a Caiano di km 11.300 da ripetere 4 volte indi Poggetto, Seano, Carmignano, La Serra, Variante Comeana, Poggio a Caiano (arrivo) di km 15.400 da ripetere 4 volte. La mattina della domenica, infine, occhi puntati sugli Esordienti, con la Terza Coppa Iannelli e il Secondo Memorial Poltri. L’arrivo sarà di fronte al murales.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter