Cultura

Proseguono le iniziative di Prato Estate

Questa sera al Giardino Buonamici si terrà il concerto dal titolo Step Two a cura di Casotto aTipico e Fabrizia Bettazzi.

Proseguono le iniziative di Prato Estate
Cultura Prato, 30 Giugno 2022 ore 15:35

Proseguono gli eventi della rassegna Prato Estate , progetto dell’Assessorato alla Cultura del Comune.Giovedì 30 giugno alle ore 21.30 due gli appuntamenti in programma.

Al Giardino Buonamici si terrà il concerto dal titolo Step Two a cura di Casotto aTipico e Fabrizia Bettazzi.

Step Two nasce dalla volontà di agire per sottrazione, togliendo il più possibile alla massa sonora per estrarre una musica in cui ogni nota ed ogni accento hanno peso e sono necessari. Il contrabbasso ed il sax, due strumenti dalla natura e dal ruolo apparentemente opposti, in questo caso trovano un punto di contatto proprio nel loro limite più evidente: la sostanziale incapacità di suonare accordi, limite che li relega al mondo della melodia.

Il nome Step Two è un omaggio a un autore a cui il duo, formato da Giovanni Benvenuti e Francesco Pierotti, è molto debitore, ovvero il sassofonista John Coltrane. In particolare Step rimanda a Giant Steps, uno dei brani più noti e complessi di Coltrane e Two è il numero degli strumenti che lo vanno ad eseguire. Il duo rilegge le proprie esperienze ampliando il repertorio con la rilettura di brani di ogni provenienza, dal jazz allo choro, dal rock ai brani originali.

Alla Scuola di Musica Verdi è in  programma la seconda conferenza multimediale dedicata al 1972, anno d’inizio dell’età dell’oro del pop italiano, dal titolo Impressioni di settembre: alla corte del Prog, a cura di Alessio Zipoli.

Non c’è da stupirsi che i Genesis trovino in Italia un pubblico particolarmente caloroso e sensibile:

da anni erano state avviate nel Belpaese sperimentazioni sinfoniche di pop barocco con innesti “hard”. La nascita in parallelo delle Premiata Forneria Marconi e del Banco del Mutuo Soccorso sconvolgono ogni precedente assetto, dando il via alla stagione trionfale del progressive italiano. La PFM con “Impressioni di settembre” riesce persino a sfornare una hit, ma la vera consacrazione avverrà allo storico Sanremo del 1972, quando Ivano Fossati con i suoi Delirium si presenterà per la prima volta in pubblico intonando “Jesahel”, destinato a divenire un autentico inno generazionale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter