Cultura
Prato unica città italiana selezionata

Progetto europeo "Shine" per la prevenzione della violenza nei luoghi di intrattenimento

Progetto europeo "Shine" per la prevenzione della violenza nei luoghi di intrattenimento
Cultura Prato, 14 Luglio 2022 ore 13:05

Dopo la candidatura presentata lo scorso maggio dal sindaco Matteo Biffoni, Prato, insieme ad altre quattro città europee, è l'unica in Italia ad essere stata selezionata per una serie di attività finalizzate alla prevenzione e mitigazione delle molestie sessuali nei locali di intrattenimento notturno.

Il progetto denominato SHINE, completamente finanziato dalla comunità europea, è patrocinato dal Forum Europeo per la Sicurezza Urbana della cui emanazione italiana il FISU il sindaco Biffoni è presidente.

Il progetto prevede il coinvolgimento dei principali stakeholder locali che potranno essere individuati tra le associazioni di categoria e gestori dei locali, i volontari delle associazioni sanitarie, le organizzazioni che si occupano di contrasto alla violenza di genere, le forze dell'ordine, la polizia locale e gli studenti; tra queste categorie verranno individuati rappresentanti in grado di partecipare agli eventi ma anche di trasmettere successivamente al proprio entourage quanto emerso dagli incontri per la condivisione degli obiettivi.

Si effettuerà una prima ricognizione della situazione locale che verrà approfondita tramite appositi questionari. Gli interessati saranno impegnati anche in autunno in una giornata di seminario interattivo, che si svolgerà a Prato con esperti di calibro europeo e con il supporto del Forum Europeo di Sicurezza Urbana. Tra questi ultimi e gli stakeholder si stabilirà un rapporto di scambio online per condividere esperienze, bisogni e richieste.

Il progetto si concluderà entro dicembre di quest'anno con un incontro online tra tutti i partecipanti delle cinque città europee selezionate, per un confronto sulle esperienze. L'obiettivo è quello di acquisire metodi concreti di prevenzione e sensibilizzare gli "spettatori" a riconoscere il bisogno e fornire assistenza alle potenziali vittime.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter