Cultura

"Città climaticamente neutrali e smart" – Prato firma il protocollo per dare avvio alla Missione delle Città

Scopo il perseguimento degli obiettivi della Missione UE..

"Città climaticamente neutrali e smart" – Prato firma il protocollo per dare avvio alla Missione delle Città
Cultura Prato, 09 Settembre 2022 ore 15:21

Si è tenuta oggi da remoto, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e dei sindaci delle nove città italiane selezionate, la firma del protocollo di intesa per dare avvio alla collaborazione istituzionale nell'ambito della missione "Città climaticamente neutrali e smart", la cosiddetta "Missione delle Città". Oltre alla città di Prato sono coinvolti nel protocollo Bergamo, Bologna, Firenze, Milano, Padova, Parma, Roma e Torino.

Il protocollo si inserisce all'interno della crescente centralità della dimensione urbana negli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite e della maggior attenzione ai temi della decarbonizzazione e della riduzione delle disuguaglianze che si è tradotta nelle politiche avviate dalla Commissione Europea a partire dal Green Deal europeo avviando percorsi di innovazione verso la neutralità climatica entro il 2030 con azioni riguardanti mobilità, efficienza energetica e pianificazione urbana verde e alla l'urgenza di sviluppare un approccio sostenibile, organico e sinergico alle molteplici dimensioni della vita nelle aree urbane e delle sue implicazioni dal punto di vista economico, sociale, ambientale, tecnologico, progettuale e legislativo.

Attraverso il protocollo, i firmatari si impegnano a proporre soluzioni, anche di tipo normativo, per il superamento di possibili criticità di tipo progettuale o attuativo che possano ostacolare il perseguimento della neutralità climatica in materia di infrastrutture e di mobilità sostenibile, di edilizia residenziale, di aree urbane e di politiche dell'edilizia, promuovere la cooperazione per lo sviluppo di progetti specifici sia in un'ottica di attrazione di fondi privati per la realizzazione dei piani di investimento che ciascuna delle Nove Città dovrà preparare sia per sviluppare sperimentazioni suscettibili di essere adottate anche da altre città. Inoltre, l'impegno è anche di individuare eventuali risorse aggiuntive destinate al finanziamento di investimenti necessari per il perseguimento degli obiettivi della Missione delle Città e raccogliere e condividere le buone pratiche con l'obiettivo di creare una base di conoscenze utile anche ad altri Comuni, pubbliche amministrazioni o enti pubblici.

La realizzazione degli obiettivi dell'accordo firmato stamattina sarà affidato ad un Comitato di coordinamento composto dal Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, dai sindaci delle nove città, e il presidente e il segretario del tavolo tecnico istituito attraverso il protocollo. L’accordo avrà una durata pari a quella della Missione delle Città e, dunque, fino al 31 dicembre 2030.

Le soluzioni che il protocollo sostiene incontrano non soltanto l'adesione del sindaco, che stamani ha apposto la sua firma, ma anche dell'assessorato all'Innovazione e dell'assessorato alle Politiche dell'Economia Circolare. L'amministrazione ha espresso la sua soddisfazione per l'accordo raggiunto stamani, perché il protocollo mette al centro una feconda collaborazione tra le città italiane interessate, che insieme guardano all'obiettivo della carbon neutrality. Il supporto del governo quindi, e la cooperazione tra i Comuni, consentono di raggiungere un fine e una sfida che, ciascuna città, individualmente e da sola, non avrebbe potuto cogliere.
L'auspicio dell'Amministrazione è che gli obiettivi che il protocollo si propone siano perseguiti anche nella prossima legislatura.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter