Cronaca
movimentato arresto

Tenta estorsione ad un passante e ferisce Carabiniere: arrestato noto viados nella zona di via Firenze

Impegno serrato dei Carabinieri di Prato per arrestare un noto trans brasiliano in via Firenze: processato per direttissima, condannato ad un anno di reclusione col patteggiamento.

Tenta estorsione ad un passante e ferisce Carabiniere: arrestato noto viados nella zona di via Firenze
Cronaca Prato, 03 Settembre 2022 ore 13:30

Nel pomeriggio di mercoledì 31 agosto i Carabinieri del Radiomobile di Prato hanno arrestato un noto Viados brasiliano della zona di via  Firenze. L’uomo era già stato controllato nella tarda mattinata dagli stessi militari in piazza della Stazione per atteggiamenti contrari la  pubblica decenza. Accompagnato al comando di via Picasso veniva anche era denunciato per il furto di uno specchietto da un veicolo  parcheggiato lungo i viali della stazione e quindi rimesso in libertà.

Giornata movimentata per i Carabinieri di Prato con un noto viados brasiliano

Un paio d’ore dopo era nuovamente tornato nell’area di via Firenze, dove nottetempo si prostituiva, e questa volta aveva cercando di  estorcere del danaro ad un settantenne che transitava con la sua autovettura. Il trans aveva bloccato col proprio corpo l’utilitaria dell’anziano ed un modo fulmineo era entrato nell’abitacolo intimando al malcapitato di consegnargli 50 euro impossessandosi anche delle chiavi di  accensione uscendo poi dal mezzo dove era stato inseguito dalla vittima che, nel vano tentativo di recuperare le chiavi, era stato anche scaraventato in terra.

Vistosi sopraffatto l’anziano aveva richiesto soccorso al 112 tramite il cellulare di una passante. La pattuglia giunta nell’arco di un paio di  minuti aveva bloccato il viados e recuperato le chiavi; in queste fasi il sospetto aveva reagito verbalmente e fisicamente procurando una  distorsione al gomito ad uno dei Carabinieri costretto a cure presso il locale Pronto Soccorso.

Al viados sono stati contestati la tentata estorsione, la resistenza e le lesioni a P.U., ipotesi confermate dal P.M. di turno presso la Procura  Canovai nella richiesta di convalida dell’arresto in cui aveva fatto istanza di misura cautelare in carcere nei confronti dell’arrestato. Nella  mattinata odierna il Tribunale di Prato si è espresso positivamente inviando il viados in carcere sentenziando una condanna di  patteggiamento ad un anno di reclusione e 1.000 euro di multa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter