Cronaca

L'Asl smentisce le voci: "Nessun deponziamento della reumatologia"

Resta immutata anche l’attività di consulenza e ricovero presso il presidio Santo Stefano.

L'Asl smentisce le voci: "Nessun deponziamento della reumatologia"
Cronaca Prato, 28 Luglio 2022 ore 11:49

Sono infondate le notizie sul depotenziamento dell’attività reumatologica nell’area pratese e allarmano solo i pazienti, in particolare coloro che sono in cura con le terapie presso il Day Service presente nel Misericordia e Dolce.

L’attività svolta nel vecchio presidio ospedaliero, con ben quattro Ambulatori che erogano prestazioni sia di primo e sia di secondo livello, continuerà ad essere garantita come sempre perché l’Azienda USL Tc precisa che non ha nessuna intenzione di depotenziare la Reumatologia pratese: il reparto continuerà ad essere diretto dalla dottoressa Laura Niccoli.

Inoltre è stata prontamente indetta la selezione interna per l’attribuzione dell’incarico di sostituzione della Direzione della Struttura Operativa Complessa di Reumatologia Aziendale, nelle more dell’attivazione delle procedure concorsuali pubbliche. Nel frattempo è stata attivata anche la procedura per l’acquisizione di una unità medica per integrare l’organico medico.

Inoltre (con delibera n.799 del 15/07/2022) è stato autorizzato un ulteriore incarico a tempo indeterminato per 38 ore settimanali, sempre presso la Reumatologia di Prato e con la finalità di rafforzarla ulteriormente.

Resta immutata anche l’attività di consulenza e ricovero presso il presidio Santo Stefano dove, nell’area polispecialistica, sono da sempre presenti i due posti letto dedicati alla Reumatologia.

L’Azienda pertanto, nel rassicurare i pazienti, ribadisce che il futuro della Reumatologia pratese non è assolutamente in previsione di riduzione ma anzi solo di miglioramento.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter