Cronaca

Elettricista morto, non indossava i guanti di protezione. Domani l'autopsia

La Procura ha recapitato sei avvisi di garanzia.

Elettricista morto, non indossava i guanti di protezione. Domani l'autopsia
Cronaca Prato, 22 Luglio 2022 ore 11:07

E’ stata davvero la scarica elettrica, partita dal quadro elettrico a folgorarlo, oppure Gianni Gesualdi, elettricista di 49 anni, ha accusato un malore? Quel che è certo è che il salvavita non è entrato in funzione. Il perché non abbia funzionato lo dovranno spiegare i tecnici del dipartimento di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro dell’Asl che stanno seguendo le indagini.

Intanto, emergono nuovi particolari sull’incidente costato la vita all’elettricista. E’ certo che Gesualdi stava lavorando senza i guanti di protezione. Un particolare fondamentale: forse i guanti avrebbero attutito la forza della scarica elettrica che lo ha folgorato. Secondo quanto riferito, il giorno precedente l’uomo avrebbe accusato un malessere tanto che il collega lo ha accompagnato nel ristorante. E’ possibile che abbia avuto un malore ma a stabilirlo sarà l’autopsia.

Come detto, la Procura ha recapitato sei avvisi di garanzia: ai quattro legali rappresentanti della «Novelli» snc di Montale, Angelo, Alberto, Linda e Anna Novelli, alla proprietaria dell’immobile, Maria Alessandra Bernocchi, e al geometra responsabile dei lavori, Filippo Braschi.

I fatti
Sono da poco passate le 9.30 quando è stato dato l’allarme al 118. Sono stati proprio i proprietari del ristorante, che al momento preferiscono non parlare, a dare l’allarme. Sul posto è intervenuta l’ambulanza della Misericordia, che ha trasportato il 49enne all’ospedale Santo Stefano dove è spirato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter