Cronaca
Prato

Consumo di stupefacenti all'interno di un locale: arrestato il gestore e sospesa l'attività

Il gestore, cittadino cinese di 40 anni, in regola con le norme sul soggiorno, domiciliato a Prato, è stato arrestato per il reato di possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. 

Consumo di stupefacenti all'interno di un locale: arrestato il gestore e sospesa l'attività
Cronaca Prato, 09 Agosto 2022 ore 18:58

Consumo di stupefacenti all'interno di un locale: arrestato il gestore e sospesa l'attività

Nel pomeriggio di sabato 6 agosto, la Polizia di Stato di Prato ha arrestato il gestore di un locale di intrattenimento prevalentemente frequentato dalla comunità cinese, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nella fattispecie, nel corso del pomeriggio, una volante della Questura di Prato, ha provveduto al controllo di un esercizio commerciale, dedito all'intrattenimento, al cui interno già in passato un controllo di polizia aveva consentito di rinvenirvi sostanza stupefacente.

All'interno, gli operatori scorgevano un uomo di origine cinese, risultato poi essere il gestore del locale, che con un gesto repentino cercava di occultare in un recipiente della sostanza risultata essere stupefacente del tipo Ketamina (circa 37 grammi) e metanfetamina (quasi 3 grammi in pastiglie), prontamente recuperata dalla volante e quindi sequestrata.

Altra droga era nel locale destinato al privè

L'attività di polizia si estendeva all'interno dell'esercizio, in particolare nelle stanze adibite al privè in cui si identificavano diversi avventori, tutti di nazionalità cinese e si rinveniva altra sostanza stupefacente, del tipo ketamina e marjuana, rispettivamente per 20 e 15 grammi complessivi, oltre ad altre pasticche di metanfetamina per un peso di circa 2 grammi.

Dallo scenario che si presentava agli operatori, la ketamina in polvere appariva destinata al consumo diretto, atteso il rinvenimento di evidenti tracce e residui sui vassoi del locale.

Al termine dell'attività, il gestore, cittadino cinese di 40 anni, in regola con le norme sul soggiorno, domiciliato a Prato è stato arrestato per il reato di possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Nella giornata di ieri, lunedì 8 agosto, la Questura di Prato ha sottoposto a chiusura il locale per un periodo di 15 giorni, con provvedimento ex art. 100 tulps del Questore di Prato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter