Attualità

Le celebrazioni del 78° anniversario della Liberazione della città

L'omaggio ai Caduti comincerà alle 8 con i tradizionali rintocchi della campana di Palazzo Pretorio.

Le celebrazioni del 78° anniversario della Liberazione della città
Attualità Prato, 05 Settembre 2022 ore 13:30

Si celebrerà domani, martedì 6 settembre, il 78° anniversario della Liberazione di Prato dall'occupazione nazifascista.
Ai protagonisti di quegli eventi drammatici che hanno segnato profondamente la storia del Paese sarà reso omaggio con un programma di appuntamenti che interesserà tutta la giornata. A promuoverlo sono, come ogni anno, il Comune di Prato, la Provincia, Anpi e il Museo della Deportazione e della Resistenza di Figline in collaborazione con Aned, Casa delle Memorie di guerra per la pace, associazione 6 settembre di Figline, Arci e Cgil.

Le celebrazioni del 6 settembre si apriranno alle 8 con i rintocchi della campana civica di Palazzo Pretorio "La Risorta", in ricordo della Liberazione della città.
Alle 9.30 nella Cattedrale di Santo Stefano sarà celebrata la S.Messa con la partecipazione del sindaco Matteo Biffoni e alle 10 e 30 è previsto, in piazza Duomo, il raduno del corteo che percorrerà le vie del centro storico. Alle 11, in Piazza S.Maria delle Carceri, sarà deposta la corona d'alloro al monumento ai Caduti.

Alle 17 al Museo della Deportazione e della Resistenza in via di Cantagallo 250, si terrà l'inaugurazione della mostra "Un altro viaggio in Italia. Luoghi, storia e memorie della Seconda Guerra Mondiale in Italia", realizzato dall'Istituto Nazionale Ferruccio Parri con il contributo del Ministero degli esteri tedesco. Saranno presenti la Console onoraria della Repubblica Federale di Germania a Firenze Renate Wendt, il presidente dell'istituto Parri Paolo Pezzino e il curatore della mostra Federico Creatini. Coordinerà la direttrice del Museo di Figline Camilla Brunelli.

Alle 20.45, alla Località Villa Fiorita in via Cantagallo angolo via 7 Marzo 1944, è fissato il ritrovo per la Marcia della Pace che si concluderà con l'arrivo a Figline. Qui, nella piazzetta del paese sarà deposta una corona d'alloro per i 29 Martiri impiccati dalle truppe naziste e fasciste, che si ritiravano disordinatamente. A seguire, in piazza dei Partigiani, interverrano il sindaco di Prato Matteo Biffoni, la presidente di Anpi Provinciale Prato Angela Riviello, il presidente Pezzino dell'Istituto Nazionale Parri e la Console tedesca Wendt.

Al termine, il tradizionale brindisi della Liberazione che si terrà al Circolo 29 Martiri.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter